Descrizione Progetto

RIQUADRI

Mostra personale allestita presso gli spazi dello studio professionale di Alba Progetti e del Palazzo Machirelli ad Imola.

Dicembre 2015

Biografia

Si iscrive all’Accademia di Ravenna e assiste alle lezioni di Storia dell’Arte di Raffaele de Grada.

Su questa solida formazione figurativa, l’artista innesta una tensione pittorica fondata sul valore della materia e sulla pregnanza gestuale dell’immagine. Negli anni settanta e ottanta, Spazzoli è invitato a diverse edizioni della Biennale d’arte di Romagna (1976-1982) e tiene personali presso la Galleria di S. Mercuriale, Forlì (1980), il Palazzo del Podestà, Faenza (1980) e la Galleria Nuovo Ruolo, Forlì (1984).

Nel corso degli anni novanta è presente in mostre ed eventi artistici in Italia, Germania, Olanda, Belgio, Spagna, Francia. E’ del 1995 la personale ‘Ver Sacrum’ all’Oratorio di San Sebastiano di Forlì a cura di Valerio Dehò, con una testimonianza critica di Franco Patruno.

Negli anni duemila è invitato ad importanti manifestazioni artistiche, tra cui ‘Novecento in Romagna’, Cesena (2001) a cura di Claudio Spadoni e ‘Trentaquaranta’ a cura di Orlando Piraccini, presso la Galleria Comunale, Faenza (2003). Infine, ‘Percorsi comunicanti’ in Palazzo Albertini, Forlì. Dalla mostra alle Pescherie della Rocca di Lugo (Ravenna) nel ’98, alla personale a ‘Venezia Arte’ nel ’99, dalla grande esposizione al Museo del Senio di Alfonsine (Ravenna) nel 2003 alle più recenti personali al Palazzo del Commercio di Lugo ‘Opere 2003 2010’ e al Museo S.Rocco di Fusignano (Ra) ‘Paure’, è un costante ripetersi ‘dell’empito passionale e dell’enfasi operativa di Spazzoli, in una continua ossessione del fare, frenetica, inappagata e inappagabile’ (Baccilieri).

Nel 2009 l’artista è invitato da Claudio Spadoni al prestigioso Premio Marina di Ravenna nella sede del MAR Museo d’Arte della Città. Partecipa anche, su invito, alle edizioni 2008 e 2010 della Biennale Roncaglia, S.Felice sul Panaro. Nel 2011 tiene la personale ‘Vanni Spazzoli. Magazzino dei ricordi’ nella sede de L’Ariete artecontemporanea a Bologna, corredata da un catalogo monografico vanillaedizioni con testi di Eleonora Frattarolo e Claudio Spadoni. Del 2014 la personale ‘Inner patterns’ ancora all’Ariete artecontemporanea di Bologna con testo di Marco Dalpane e presentazione delle covers dell’etichetta discografica ‘A simple lunch’ tratte da sue opere, catalogo vanillaedizioni.

Dagli anni ’80 ad oggi hanno scritto di lui Claudio Spadoni, Eli Sassoli de’ Bianchi, Eleonora Frattarolo, Adriano Baccilieri, Giorgio di Genova, Valerio Dehò, Emilio Benini, Franco Patruno, Sabina Ghinassi, Davide Argnani, Laura Venturi, Fiorenzo Landi, Giovanni Barberini.

Dal 2008, Vanni Spazzoli è rappresentato dalla galleria L’Ariete artecontemporanea di Bologna, con la quale ha partecipato dal 2008 al 2015 ad Arte Fiera (Bologna), Art Verona e MiArt (Milano), riscuotendo notevoli consensi di pubblico e critica.  Sue opere sono in numerose collezioni italiane e internazionali.

Nel 2013 gli è stata dedicata una grande retrospettiva dal titolo ‘VANNI SPAZZOLI. Nuovi e antichi racconti’ a cura di Claudio Spadoni nella sede degli Antichi Magazzini del Sale a Cervia, catalogo monografico.